INTERVENTI IN AMBITO CULTURALE L.R. 5/2012

Interventi della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia

La Regione FVG eroga contributi per iniziative in ambito culturale a favore dei giovani ai sensi degli articoli 22, commi da 1 a 3 e 33 della legge regionale 22 marzo 2012, n. 5 (Legge per l’autonomia dei giovani e sul Fondo di garanzia per le loro opportunità) e relativo regolamento di attuazione n. 112/2014/Pres (Regolamento concernente criteri e modalità per la concessione di contributi per iniziative in ambito culturale a favore dei giovani).

I soggetti che, singolarmente o nell'ambito di un rapporto di partenariato, possono presentare domanda di contributo sono: le associazioni giovanili, di cui all'articolo 12 della LR 5/2012 e le istituzioni scolastiche. Si precisa che per i partner non ci sono limitazioni: qualsiasi soggetto può partecipare come partner, anche di più Associazioni o Istituzioni scolastiche proponenti.

Per maggiori informazioni è possibile collegarsi al portale GIOVANIFVG.IT cliccando sul link sottostante:

http://www.giovanifvg.it/contenuti.php?area=Associazionismo%20e%20Partecipazione&sez=128

____________________________________________________________________________________________________________

Titolo dell’iniziativa

Le storie della Terra. Cibo e territorio per sviluppare la cultura della sostenibilità.

Descrizione sintetica e riassuntiva dell’iniziativa

Il percorso liceale fornisce agli studenti gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione approfondita della realtà, affinché egli si ponga, con atteggiamento razionale, creativo, progettuale e critico, di fronte alle situazioni, ai fenomeni e ai problemi, ed acquisisca conoscenze, abilità e competenze.

In quest'ottica si inseriscono laboratori e percorsi di approfondimento teorici e sperimentali aventi come filo conduttore l'analisi delle relazioni tra il cibo, il nostro territorio, la sua gente e l'individuo. Come l’aria e l’acqua anche il cibo è vita e soprattutto cultura. Nel cibo, infatti, si ritrova l’identità di una popolazione, le caratteristiche di un ambiente, nel cibo si rispecchiano usanze e tradizioni, il cibo rivela una storia.

I laboratori proposti vedono il giovane come protagonista nella costruzione dei saperi e nel processo di crescita della propria consapevolezza critica e del bagaglio di conoscenze storiche, artistiche e ambientali della propria regione. Attraverso laboratori didattici sul territorio e in aula si vuole valorizzare la creatività giovanile e il pluralismo di espressione, nonché sensibilizzare i giovani sui temi della tutela dell'ambiente e delle buone pratiche di difesa e valorizzazione del territorio, del rispetto del patrimonio artistico, culturale e naturalistico e favorire il rafforzamento dello spirito solidale e di un'etica della sostenibilità.

Con questo progetto gli studenti sono portati ad acquisire o a migliorare abilità e competenze nell'ambito delle life skills (capacità di negoziare, problem solving, learning by doing...) e a lavorare insieme per ottenere una preparazione pluridisciplinare attraverso un approccio metodologico innovativo che privilegi l’esperienza e il fare come abituale strumento di lavoro.

In particolare al fine di promuovere la conoscenza del paesaggio del Friuli Venezia Giulia, non solo nei suoi aspetti naturali ma anche nella sue buone pratiche di valorizzazione, si propongono le seguenti attività:

  • incontri di conoscenza con un protagonista  dell’agricoltura sociale e avvio di un laboratorio di raccolta delle narrazioni orali legate al rapporto con la terra;
  • percorsi di scoperta e interpretazione delle tracce che testimoniano il rapporto delle comunità umane che si sono succedute dai tempi preistorici sul nostro territorio con la gestione delle risorse naturali e del paesaggio agrario;
  • laboratori di fotografia finalizzati a trasmettere un messaggio sul problema dell'alimentazione per un mondo più sostenibile e sulla cultura gastronomica nella società friulana di ieri e di oggi;
  • percorsi ambientali con esercitazioni pratiche sul territorio di topografia e cartografia, di botanica sistematica e di geologia per conoscere il territorio in cui viviamo sia dal punto di vista geomorfologico – naturalistico che dal punto di vista delle risorse alimentari che offre o potrebbe offrire;
  • laboratori di gastronomia molecolare per studiare le trasformazioni che avvengono negli alimenti e per capire i processi chimico/fisici che sono alla base della cucina;
  • attività laboratoriale ed esperienza di convivenza finalizzata alla riflessione sull’ecologia nei suoi intrecci con i sistemi economico, sociale e ambientale.

Relazione descrittiva dell’iniziativa proposta

Con le attività di laboratorio sia in aula che sul campo attraverso metodologie didattiche e linguaggi diversi e specifici agli ambiti culturali che si intende promuovere, si vuole:

  • valorizzare la creatività giovanile attraverso diverse modalità espressive (elaborazione di testi creativi, produzione di fotografie e video, elaborazione di procedure sperimentali e/o schede di laboratorio facilmente applicabili in contesti di laboratorio “povero”);
  • accrescere e diffondere la conoscenza del proprio territorio come mezzo per promuovere la competenza culturale dei nostri giovani in modo critico e consapevole con particolare attenzione alla disseminazione dei prodotti;
  • sensibilizzare le giovani generazioni, attraverso un contatto diretto e attivo con il territorio e con le sue componenti sociali, all'importanza della salvaguardia dell'ambiente, patrimonio irrinunciabile e fondamentale per garantire una qualità della vita sostenibile;
  • incrementare le visite ai beni e alle attività culturali presenti nel territorio della nostra regione per favorire processi di consapevolezza attiva del legame fra i contesti di vita dei giovani e la più ampia dimensione storica, sociale e culturale;
  • approfondire il ruolo del cibo nell'identità culturale di un popolo;
  • partecipare a un’esperienza che permetta di approfondire la conoscenza di sé e del territorio; riflettere sullo stile di vita attuale per conoscere le ripercussioni che esso produce sull’ambiente naturale e umano; comprendere che il fenomeno della migrazione dei popoli è strettamente collegato all’uso e all’ingiusta fruizione delle risorse naturali; conoscere gli obiettivi e le modalità operative del Commercio Equo e Solidale.

Attraverso le iniziative proposte ci si attende nei giovani del Liceo una crescita culturale relativamente al territorio regionale in cui vivono,  un'ampliamento delle conoscenze su ciò che il territorio offre in tutte le sue componenti per un miglioramento delle competenze da sfruttare anche in relazione ad attività occupazionali future.

Tutte le attività previste, sia i laboratori che si svolgeranno negli spazi scolastici che le uscite e i laboratori sul territorio, si realizzeranno durante tutto il corso dell'anno scolastico. Le iniziative si svolgeranno nelle Province di Pordenone e Udine, e nei comuni di San Vito al Tagliamento, Valvasone, Cordovado, Sesto al Reghena, Codroipo, Aquileia, Cividale, Spilimbergo, Latisana, nei comuni della Val Cellina e del Parco delle Dolomiti.

Destinatari cui è rivolta l’iniziativa

L’iniziativa si rivolge esclusivamente a giovani di età compresa tra i quattordici e i diciannove anni residenti o presenti per ragioni di studio o di lavoro nel territorio regionale. La fascia d’età specifica è la seguente: da 14 a 19 anni.

Relazione descrittiva dell’iniziativa

L'I.S.I.S “Le Filandiere” di San Vito al Tagliamento (PN), prima sede staccata dei Licei di Pordenone poi istituto autonomo dal 1999/2000, rappresenta un significativo polo d'istruzione superiore liceale che comprende il liceo scientifico d'ordinamento, il liceo scientifico opzione scienze applicate e il liceo linguistico con un numero complessivo di circa 850 allievi di età compresa tra i 14 anni e i 19 anni. E' situato in un edificio storico, un'antica filanda, che ha ospitato il duro lavoro di generazioni di donne e a queste donne si è voluto intititolare la scuola nel 2002. E' una scuola che da oltre 20 anni ha saputo mantenere costantemente attivo il dialogo con il tessuto sociale e culturale e che ha sempre posto al centro dell'attenzione e della cura nella progettazione didattica ed educativa i giovani studenti, i loro bisogni formativi, le loro personali ed originali aspirazioni.

La scuola è membro attivo di numerose reti nazionali ed internazionali finalizzate al miglioramento dell'offerta formativa.

Per le iniziative proposte i partners sono:

  • per i laboratori di geo-storia antica locale, il Museo Civico di San Vito al Tagliamento;
  • per i laboratori di fotografia, il CRAF di Spilimbergo;
  • per l'attività di volontariato, la Caritas della diocesi di Concordia- Pordenone;
  • per gli incontri con gli agricoltori sociali, l'Associazione culturale SCRAS di Ronchis (UD);

Una parte dei laboratori si svolgeranno negli spazi del Liceo, mentre le uscite si effettueranno in diverse zone della regione, come sopra specificato.

 In dettaglio si riportano le iniziative:

a) “Voce del verbo colere: il legame tra cultura e coltura nel rapporto con la terra”

Incontri con uno scrittore, autore musicale e agricoltore sociale, e laboratori di raccolta e scrittura delle storie della terra in cui i giovani saranno protagonisti nell’intervistare adulti e anziani del territorio rispetto al loro rapporto con la madre terra. Al termine del percorso si prevede la realizzazione di un prodotto multimediale di presentazione delle storie. Destinatari: gruppo di 20 allievi del triennio; partner: Associazione SCRAS.

b) “Conoscenza e valorizzazione del territorio e del patrimonio storico-culturale”

Percorsi di scoperta e interpretazione delle tracce che testimoniano il rapporto delle comunità umane che si sono succedute dai tempi preistorici sul nostro territorio con la gestione delle risorse naturali e del paesaggio agrario; Destinatari: tutte le classi prime e seconde (circa 400 alunni); Partner: Comune di San Vito al Tagliamento.

c) “L'alimentazione per un mondo più sostenibile”

Laboratori di fotografia finalizzati a trasmettere un messaggio sul problema “cibo”, in relazione al corretto sfruttamento delle risorse naturali (vegetali e animali) e ad una corretta alimentazione, allo sviluppo storico/sociale della cultura gastronomica del territorio; Destinari: allievi provenienti da tutte le classi fino a un massimo di 20 allievi; Partner: CRAF di Spilimbergo;

d) “Conosciamo il nostro ambiente tra risorse naturali e alimentari”

Percorsi ambientali della durata di uno/due giorni con attività laboratoriali ed esercitazioni pratiche sul territorio di topografia e cartografia, di botanica sistematica e di geologia nei parchi regionali (Parco delle Dolomiti/ Vajont) per conoscere il territorio in cui viviamo sia dal punto di vista geomorfologico-naturalistico sia dal punto di vista delle risorse alimentari che può offrire o che offre; Destinatari: le classi prime e seconde del liceo scientifico e delle scienze applicate (circa 250 alunni);

e) “La scienza in cucina: semplici applicazioni di gastronomia molecolare”

Realizzazione di preparazioni alimentari nel laboratorio della scuola e poi presso una cucina autorizzata per comprendere le trasformazioni chimico/fisiche che avvengono negli alimenti. Un assaggio delle diverse preparazioni verrà presentato in occasione di un evento pubblico.  Destinatari: tutte le classi del liceo scientifico e delle scienze applicate (circa 500 alunni);

f) “Volontariato e solidarietà: custodi della Terra”

Progettazione e realizzazione di una "settimana sostenibile" con esperti esterni e docenti interni all’Istituto, durante l’estate, in una località della regione. Gli studenti parteciperanno all’organizzazione e gestione della settimana, svolgeranno attività per conoscere l’ambiente naturale e umano, per riflettere sulle proprie abitudini, per imparare a relazionarsi con gli altri in modo efficace e impegnarsi ad assumere stili di vita responsabili. Destinatari: allievi del triennio fino a un massimo di 20 allievi; Partner: Caritas della diocesi di Concordia - Pordenone.


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.